88U

Sito web sull'economia digitale, notizie sui giochi online

Autore: Riley

Rogue Legacy 2 è il gioco perfetto “One More”

Entrambi amo e temo un buon gioco “un altro”. Questo è un termine per il tipo di videogioco che mi fa dire “Giocherò solo un altro round” per ore. È una distinzione flessibile. Per me, può essere un gioco come halo infinite _ che mi fa saltare in partite fino a quando non posso uscire su uno buono. Per mia madre, è _candy Crush con i suoi ganci per il puzzle avvincente. Il gioco perfetto “One More” può essere suddiviso in sessioni digeribili, corse o round che fanno sentire i giocatori come se potessero sempre migliorare se ne hanno solo un altro.

Contenuti

  • Solo un altro
  • Aprendo la strada

Rogue Legacy 2 è il gioco più efficace “One More” a cui ho giocato finora quest’anno. Il roguelite, che è uscito dall’accesso anticipato alla fine di aprile, è un sequel lucido che migliora il suo predecessore in quasi tutti gli aspetti. Durante il fine settimana, mi sono ritrovato a suonarlo per quattro ore alla volta mentre continuavo a caricare istintivamente un’altra corsa ogni volta che sono morto.

Il segreto del suo successo sta nel suo approccio alla progressi1. Ogni singolo tentativo è un blocco da costruzione che mette i giocatori per il successo a lungo termine. Non è solo che i giocatori si sentiranno come se potessero fare meglio la prossima volta, ma lo faranno davvero.

Solo un altro

A prima vista, Rogue Legacy 2 è quasi identico al suo predecessore del 2013, salvo il suo stile artistico dei cartoni animati. È ancora un roguelite in cui i giocatori viaggiano attraverso un castello uccidendo mostri e uccidendo una manciata di boss per sbloccare un incontro finale. Tutti i suoi ganci principali ritornano, inclusa la sua caratteristica di definizione: eredi. Ogni volta che un giocatore muore, scelgono un erede da una selezione randomizzata. Alcuni di loro hanno tratti positivi, mentre altri hanno stranezze ereditarie che possono essere un ostacolo (essere nati con vertigini significa che l’intero schermo sarà sottosopra).

Ma la funzione di ritorno più importante del sequel è il suo sistema di costruzione di manieri. Durante ogni corsa, i giocatori raccolgono oro, che possono essere spesi alla loro base per aggiornare un castello. Ciò è realizzato acquistando aggiornamenti su un albero di abilità tentacolare, che dà ai giocatori qualsiasi cosa, da una maggiore salute alle nuove classi di personaggi. Il gancio intelligente significa che i giocatori diventano effettivamente più forti ogni volta che completano una corsa, che muoiono o no.

È stato un sistema di dipendenza nel 2013 e funziona ancora oggi. Ogni volta che finisco una corsa, mi ritrovo a potenziare una statistica come l’attacco e mi chiedo immediatamente se ciò significa che avrò maggiori possibilità la prossima volta. Il fascino della crescita tangibile, qualcosa che non fa sempre parte del genere da morire, è sufficiente per catturarmi in un ciclo “One More Run” che può inaspettare la cena indietro di un’ora o due se non lo sono attento.

Rogue Legacy 2 va ancora più lontano del suo predecessore, tuttavia, aggiungendo molti più ganci di progressi1. Ad esempio, ogni classe può acquisire esperienza e salire di livello, garantendo loro aumenti delle statistiche permanenti. Anche le corse che non si traducono in molto oro diventano importanti man mano che si basano verso quei bonus passivi. Niente che faccio in Rogue Legacy 2 sembra mai una perdita di tempo.

Rogue Legacy 2 IS FULLY RELEASED AND I'M HERE TO WIN
Quei ganci mi hanno portato a una sorta di weekend perduto con il gioco. Sabato pomeriggio, ho deciso di sdraiarmi sul divano a mezzogiorno e giocare qualche round su Steam Deck. Ad ogni corsa che cresce sempre di più i miei eredi, mi sono ritrovato mormorando “OK, ultima corsa” per ore. Prima che me ne rendessi conto, ho controllato il mio telefono ed erano già le 16:00. Questo è il potere (e forse il pericolo) di un buon gioco “un altro”.

Aprendo la strada

C’è la sensazione che il sequel sia in conversazione con altri roguelikes di successo che sono stati lanciati nel tempo da quando è stato rilasciato il primo Rogue Legacy. In particolare, prende alcuni segnali di progettazione da dead cells includendo abilità sbloccabili permanenti che aprono nuove aree. Quell’idea finisce per essere perfetta per la formula di Rogue Legacy, aggiungendo altri checkpoint che non si basano esclusivamente sulla sconfitta di potenti nemici. I giocatori possono semplicemente passare una corsa cercando di sbloccare il trattino, il che a sua volta influenzerà drasticamente il modo in cui interagiscono con il gioco dopo.

Rogue Legacy 2 è un esempio perfetto di ciò che rende il gioco un mezzo speciale: iterazi1. I nostri giochi preferiti non sono sviluppati nel vuoto. Gli sviluppatori imparano sempre l’uno dall’altro, condividendo idee che migliorano i giochi reciproci. Il forte senso del progresso in Rogue Legacy 2 rispecchia il suo ciclo di sviluppo in generale. Ogni nuovo roguelike che è stato rilasciato nell’ultimo decennio è stata un’altra corsa che ha solo aumentato la possibilità di vittoria dei suoi successori.

Allo stato attuale, Rogue Legacy 2 è uno dei migliori giochi del suo genere, proprio lì con hades e dead cells. È un roguelite finemente realizzato che prende tutte le lezioni giuste dai suoi coetanei, torcendo la formula del gioco originale quanto basta senza reinventarlo totalmente. Finché gli sviluppatori Cellar Door Games continuano a imparare e crescere, sarò sempre giù per un’altra corsa con la serie.

Rogue Legacy 2 è ora disponibile su PC, Xbox One e Xbox Series X/S.

StrategyGram: Strategia come storia

ET Brandequity.com.com porta l’ottava parte della serie settimanale di StrategyGrams.

La strategia di questa settimana è parte della serie da collezione creata da Sattar Khan, consulente strategico di marca. Ogni Strategygram filtra un pensiero strategico in un’unica immagine. La serie è un tour visivo del pensiero strategico e offre commissioni visive per i tuoi workshop di strategia di marca.

La strategia intitolata “Strategia come storia” rileva che la strategia della tua organizzazione può riposare comodamente nei ponti PowerPoint e negli armadi di archiviazione, ma non vive lì. Vive nei cuori e nelle menti dei tuoi dipendenti e di altri stakeholder. Quando un cervello sinistro, la strategia analitica è ri-lanciata come una storia in movimento, è quando lo rendi comprensibile, relativamente, memorabile e virale.

Niente batte una buona storia. Le storie sono come pensiamo; Le storie sono come ci sincronizziamo.

Quattro domande incorniciano la tua storia di strategia. Innanzitutto, come è cambiato il tuo mondo? Questo risponde al “perché” e “perché non” corollari, perché hai bisogno di una (nuova) strategia e che cosa è l’urgenza per una nuova linea d’azione? La tua visione degli eventi emergenti brilla nella tua risposta.

Secondo, cosa è così desiderabile della destinazione che vuoi raggiungere? La tua risposta definisce ciò che sembra il successo, i punti di prova del suo conseguimento e perché è un punto di arrivo così attraente. Il potere tirante dell’immagine mentale che disegni nelle menti delle persone è in prova qui.

In terzo luogo, quali ostacoli stanno sulla tua strada? La tua strategia non si basa su rifiuti a testa di struzzo e ipotesi desiderosi. È fondato su una visione realistica delle sfide e su ciò che deve essere vero nelle tue valutazioni. Dopotutto, questa è una storia, non un filo. La tua credibilità e l’astuzia sono sulla linea qui.

In quarto luogo, come userai le risorse e le capacità che hai, o possono accedere, per avere successo? Qui è il luogo in cui la tua saggezza strategica ti distingue dai tuoi concorrenti: c’è qualcosa di speciale in quello che sai, il modo in cui puoi far accadere le cose, che infonde a convincere le cose con entusiasmo nei vostri stakeholder, galvanizza i loro sforzi integrati per raggiungere la terra promessa.

La tua strategia non può vivere senza una storia. In effetti, la tua strategia è una storia coordinata. Scongelarlo e lasciarlo andare al lavoro.

Come ho guadagnato 744 euro sul titolo AZIMUT - Alessandro Aldrovandi - Strategie di Trading
Controlla i primi sette StrategyGrams: ‘Speed ​​Kills’, ‘Half Bridges non funziona’, ‘nessun concorso’, ‘The Silent Clue’, ‘chi è a pranzo? “,” La competizione è un mostro “, e’ le vendite distintive La differenza’.

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén